DOVE

Arezzo è una città antichissima, più vecchia di Alessandria d’Egitto. Circa 100.000 abitanti è conosciuta nel mondo come Città dell’oro, di Guido Monaco inventore della notazione musicale, fu sede della più antica università della Toscana, e una delle prime in Europa. Conoscere Arezzo significa scoprire un territorio in grado di offrire un patrimonio naturalistico e artistico molto vasto in un’area straordinariamente concentrata.

Arezzo è una città in cui vibrano antiche tradizioni, un modo per viverle può essere visitarla durante il penultimo sabato di giugno o la prima domenica di settembre, quando Piazza Grande diventa lo scenario della Giostra del Saracino, un torneo cavalleresco di origini medievali. Più frequente è l’appuntamento mensile che vede accendersi la stessa piazza, insieme a gran parte del centro storico, ogni primo week end del mese grazie alla Fiera antiquaria. Un vasto mercato di oggetti spesso sorprendenti in cui armarsi di pazienza e praticare la fine disciplina della trattativa: mercanteggiare il prezzo è un’arte per i “bancherellai” aretini e bisogna adeguarsi.

Camminando per Via de’ Redi, un piccolo vicoletto molto caratteristico, che si interseca con Corso Italia, il cuore della città, meta della classica passeggiata, c’è un locale, dove si sfornano pizze napoletane, ormai rinomato in città, e dove si respira un’aria diversa. Un locale informale, ma pieno di luce, colore, amore e ricco di profumi e odori.